From Backward to Forward: cosa comporta l’automazione della pianificazione?

Immagini Scaricate (55) (1)

Il 18 luglio si è tenuto il BOOM CIRCLE dedicato all’innovazione digitale dal punto di vista della finanza aziendale. L’evento, dal titolo From Backward to Forward: la gestione aziendale orientata al futuro attraverso la digitalizzazione e automazione dei processi di pianificazione finanziaria, economica e patrimoniale, è stato realizzato in collaborazione con Nomisma e Teikos Solutions e ha visto la partecipazione di speaker provenienti da diverse realtà aziendali.

Primo speaker e moderatore della giornata  è stato Marco Govoni, Head of Consulting di Nomisma: il suo contributo ha introdotto il tema dell’appuntamento del BOOM CIRCLE, dall’approccio Backward al Forward per la pianificazione, illustrandone  l’importanza, individuando le figure chiave in azienda quali strumenti siano più adatti a tale approccio. Govoni ha continuato evidenziando come non vi sia “potenza senza pianificazione”, ma soprattutto come ci sia stata un’evoluzione normativa in tal senso che renda ormai obbligatoria la pianificazione a diversi livelli in azienda.

Marco ha introdotto e passato la parola a Simone Mirani, General Manager di CRIF Ratings: ha raccontato di più su come la situazione attuale possa andare ad inficiare e a rendere positivo l’utilizzo di strumenti di pianificazione.

Più nel dettaglio Mirani ha dedicato il suo intervento alle principali tendenze del contesto macroeconomico in riferimento ai tassi di default: ha specificato come il contesto attuale rimanga instabile, ma pianificare per tempo mette nella condizione un’azienda di poter reagire e di avere la flessibilità finanziaria necessaria per poter continuare a navigare  - non a vista - nel proprio settore.

La terza voce della giornata è stata quella di Roberto Spaccini, CEO di Teikos Solutions, che ha dettagliato tre momenti chiave dell’approccio Forward Looking, individuando:  Actual Consuntivo, Short Previsionale e Long Prospettico, ognuno dei quali se automatizzato apporta efficienza operativa alla struttura di business.

Mario Sala, CFO di Julian Fashion ha seguito con il suo intervento portando testimonianza diretta come leader dell’innovazione della pianificazione digitale, dell’utilizzo di questo approccio nella propria azienda. In particolare Julian Fashion, una realtà di moda multi-brand, ha subito una trasformazione dell’area A&F passando da un ruolo passivo ad un ruolo proattivo in termini di pianificazione per orientare le scelte aziendali, adeguato l’organizzazione  nell’ottica della nuova normativa sulla crisi di impresa, a tutto vantaggio diretto del business.

Ultima speaker della giornata è stata Shadan Maria Jashn Tirgan, Business Development Manager di CRIBIS che ha parlato di come mitigare il rischio di credito del capitale circolante: “è fondamentale una gestione attenta del capitale sia in entrata che in uscita, valutando e monitorando costantemente, ad esempio, l’affidabilità creditizia sia degli attuali partner commerciali, che di eventuali nuovi partner sulla base della solidità sia attuale che storica”.

Durante quest’ultimo BOOM CIRCLE della stagione estiva sono stati condivisi elementi davvero preziosi che hanno dato un’opportunità di arricchimento ai partecipanti. 

Vi diamo l’appuntamento in autunno!

Scopri di più sui prossimi appuntamenti!

BOOM CIRCLE

Più recenti

Taglia

Il Coraggio di Sognare: la Formula 1 ispira la generazione del futuro

BOOM e il Comune di Imola collaborano per offrire opportunità di crescita e formazione ai giovani del territorio

LEGGI TUTTO
Untitled Design (40)

Edu Circle: AI generative nel mondo della scuola

Uno spazio di incontro e dialogo per docenti di ogni grado scolastico

LEGGI TUTTO
Card Pagina BOOM CIRCLE

T.E.A.M Program: Taste Experience and Emotion

Palazzo di Varignana e BOOM, la Formula Vincente per la Tua Squadra

LEGGI TUTTO