HRC e BOOM esplorano i nuovi modelli di leadership

Untitled Design (43)

Intervengono gli HR Director di CRIF, Amadori e Netflix Italia

Il 10 maggio si è tenuto un evento gratuito organizzato da BOOM con il supporto di HRC, la più grande community HR di aziende nazionali e internazionali, dedicato ai nuovi modelli di leadership.

Paolo Longhi, CEO di HRC Learning and Development, ha moderato gli interventi degli HR Director di tre aziende che operano in campi completamente diversi tra loro: Simona Durante, (CRIF), Selene Santacaterina (Amadori), e Claudio Banegas Bruzzone (Netflix Italia).

 

L’evento si è focalizzato sulla Generazione Z, con l'obiettivo di analizzare il mondo del lavoro attraverso gli occhi di coloro che stanno entrando adesso nel mercato – e che nel 2030 rappresenteranno 1/3 della forza lavoro aziendale. È possibile individuare tendenze comuni, che influenzano trasversalmente i comportamenti dei leader, oppure ogni azienda vive una prospettiva unica e diversa dalle altre?

Secondo Simona Durante, HR Manager di CRIF: “ci troviamo a vivere oggi, mai come prima nella storia, la coesistenza di generazioni molto distanti tra loro nell’ambiente di lavoro, ciascuna delle quali con esigenze e aspettative specifiche. La Gen Z, in particolare, chiede a gran voce un  cambiamento nel paradigma lavorativo, che va visto dall’azienda come un’opportunità e non un ostacolo. Oggi più che mai è necessario, infatti, lavorare attraverso la formazione sulla creazione di una nuova cultura aziendale e sullo sviluppo di competenze, che seguano il cambiamento incessante della tecnologia.”

Selene Santacaterina, HR Manager di Amadori, ha sottolineato che “non esiste un nuovo modello di leadership, proprio perché in azienda coesistono tante generazioni. In Amadori abbiamo raggiunto un ottimo balance generazionale e possiamo dire di essere orgogliosi di portare una vista sempre nuova e fresca in una realtà che nasce da una passione di famiglia. Per noi una leadership sostenibile è una leadership diffusa, e non relegata ai piani alti. Non dobbiamo assolutamente ricadere nel concetto della leadership come appannaggio esclusivo di individui con alcune specifiche caratteristiche, ma dobbiamo allenarci al cambiamento, a sostituire le “o” con le “e”, ad accettare che le scelte che facciamo oggi saranno obsolete domani.”

Anche Claudio Banegas Bruzzone, HR Manager di Netflix Italia, concorda nell’affermare che “una definizione univoca di leadership è impossibile da trovare. Netflix adotta un modello in cui il leader è empatico e vuole influenzare il proprio team in modo non gerarchico. Supporta e costruisce relazioni cross-funzionali con gli stakeholder non solo dell’azienda, ma in tutta la Industry e nel mercato di riferimento. Parte essenziale della cultura di Netflix sono due strumenti in particolare: il feedback, richiesto in ogni momento della giornata lavorativa e in ogni direzione, e la freedom of responsibility, che consente massima libertà e flessibilità nella gestione del lavoro.”

 

A partire da queste fondamentali riflessioni, BOOM ha realizzato dei percorsi ad hoc dedicati a questo tema: una formazione a tutto tondo, che parte dall’analisi della leadership a livello individuale, per poi passare alla gestione delle risorse e all’applicazione di nuove pratiche day-by-day.

Scopri di più

Più recenti

Immagini Scaricate 2024 06 20T123237.224

PenskeCars Talent Day 2024

Un evento di employer branding con oltre 40 giovani talenti partecipanti!

LEGGI TUTTO
IMG 20240523 WA0023

Lo Sport per la Solidarietà

Forza e Coraggio: Un Evento di Beneficenza con Giacomo Sintini e la 100 del Dono

LEGGI TUTTO
Immagini Per News BOOM (2)

BOOM e GIDP collaborano insieme per parlare di leadership e Generazione – Z

LEGGI TUTTO